TREK-NEWS!: I 4 trekking più lunghi del Trentino

Lug 07 2016

TREK-NEWS!: I 4 trekking più lunghi del Trentino

I 4 TREKKING PIÙ LUNGHI DEL TRENTINO
Pratichi l’escursionismo da molto tempo
e senti che il tuo livello di allenamento ti può permettere di affrontare qualunque impresa? I soliti percorsi facili e brevi ti stanno ormai stretti? Fortunatamente in Trentino ti troverai sicuramente a tuo agio. Il suo territorio offre innumerevoli possibilità di scelta, con decine di emozionanti percorsi di ogni tipo, tra cui diversi il cui livello di difficoltà è notevole.
Ti suggeriamo quindi qui i 4 itinerari più lunghi, tutti più di 25 chilometri e con un dislivello di almeno 1000 metri.

  1. Dolomiti di Brenta Trek Expert
    Il percorso di trekking gran lunga più lungo e difficile del Trentino, inaugurato nel 2009, è lungo ben 92,3 km e supera un’incredibile dislivello di 8550 metri in salita e di 8400 metri in discesa. Concepito per essere completato in un minimo di sei giorni, il percorso ad anello gira intorno al gruppo delle Dolomiti di Brenta e si svolge nel cuore del Parco Naturale Adamello Brenta, a una quota media di 2000 metri. Il percorso expert, in 11 tappa e 4 possibile varianti, è dedicato agli escursionisti più allenati, che vogliono godersi l’esperienza interamente in quota, pernottando in rifugi nella più frequentata zona meridionale e in malghe o bivacchi nella zona settentrionale.
  2. Alta Via del Porfido
    Uno spettacolare trekking ad anello, lungo 45,4 km, che percorre in 4 giornate di cammino un dislivello di 3621 metri in salita e 3618 metri in discesa. La partenza si situa a Palù dei Mocheni e il percorso si snoda lungo tutti i dorsali della crinale di monti che domina la Valle dei Mocheni, offrendo splendide viste sulle cime del Trentino e attraversando i luoghi del fronte della prima guerra mondiale. I rifugi in cui si consiglia di pernottare sono Rifugio Sprugio, Rifugio Sette Selle e Rifugio Erterle.
  3. Trekking Cima dei Larici, Cima Portule, Cima Dodici, Monte Ortigara
    L’itinerario, lungo 34.3 km, supera un dislivello di circa 1000 metri, che comprende ben quattro vette: Cima Larici (2038 metri), Portule (2308 metri), Cima Dodici (2336 metri) e Ortigara (2106 metri). L’itinerario percorre la zona di confine tra Valsugana, in Trentino, e Altopiano di Asiago, in Veneto, e ha anche una notevole valenza storica, trovandosi sul fronte della Prima Guerra Mondiale, nell’area dove ebbero luogo alcune delle battaglie più importanti del conflitto, tra cui quella dell’Ortigara.
  4. Alta Via del Granito
    L’escursione ad anello di 3 giornate, lunga 28,7 km, presenta un dislivello di 2829 metri in salita e di 2807 metri in discesa e si svolge sulla Catena del Lagorai, sui massici granitici del gruppo Cime d’Asta – Cime di Rava. Il suggestivo itinerario tra stupendi paesaggi naturali, malghe e alpeggi sfrutta vecchi sentieri e strade militari risalenti alla Prima Guerra Mondiale, unendo il Rifugio Cadenave e il Rifugio Cima d’Aste, dove ci si fermerà a trascorrere la notte.

Ho letto l'Informativa sulla Privacy*